Your address will show here +12 34 56 78
Portattile_card_210x150-1Portattile_card_210x150-2 Cosa porteresti con te, per sentirti sempre e dovunque a casa? Tre artisti e illustratori internazionali si misurano con la portabilità dell’arte e della creatività, nell’epoca del mondo liquido, tra viaggi, fughe e movimenti. Taccuini, ritagli, carte, una mostra che ha la forma di un leggero bagaglio a mano, ma invece è una magica valigia senza fondo. Tre illustratori internazionali si relazionano e dialogano con la portabilità dell’arte, nell’epoca del mondo liquido, tra viaggi, fughe, movimenti. Il progetto curato da Antonella Gasparato intende intrecciare i lavori e le narrazioni personali di tre autori: Francisca Yanez (Santiago, Cile), Javier Zabala (Madrid, Spagna) e Marina Girardi (Bologna, Italia). Ognuno di loro, attraverso la propria storia e attività, si è misurato con la portabilità del proprio fare arte. Francisca Yanez è fuggita con la sua famiglia dal Cile, vivendo per anni in esilio in Germania e quindi tornando quasi da straniera nel proprio paese d’origine: le figurine ritagliate che ha potuto portare con sé in quella partenza repentina hanno fortemente condizionato il suo mondo e la sua cifra artistica. Ha condotto laboratori e workshop nei quali si crea disegnando la propria valigia e il suo contenuto, nel caso di un viaggio, così come di uno spostamento necessario, immaginando di dover lasciare la propria casa. Javier Zabala ha riempito per tanti anni decine di taccuini che portava sempre con sè durante i frequenti e numerosi viaggi compiuti svolgendo la sua attività di illustratore e insegnante, creando un personale spazio mobile per professare un’arte più pittorica e libera, dentro diversi paesi e città. Un’accurata selezione di quei diari di viaggio artistici è diventata ora un libro d’artista. Marina Girardi nutre il suo lavoro – di autrice di storie a fumetti e canzoni illustrate – di incontri, osservazioni e stimoli che nascono durante il suo girovagare, soprattutto nei luoghi dove c’è contatto con la natura. Come “Magirabici”, disegna in strada con una bicicletta da pittrice che funge da espositore ambulante. Come “Nomadisegni” conduce laboratori di fumetto itinerante per raccontare le storie nascoste dentro al paesaggio. Gli autori si sono quindi relazionati con la (tras)portabilità dell’arte, del fare illustrazione, del disegnare e del creare muovendosi, attraverso le mani, prima che nel fluido della nostra era liquida.
In occasione della Children’s Book Fair di Bologna

PORTAT(t)ILE
una mostra con Francisca Yañez, Javier Zabala e Marina Girardi

1/6 aprile 2017, presso Ex Atelier Corradi (ora Cavallo Spose), in via Rizzoli 7, Bologna
a cura di Antonella Gasparato

Inaugurazione: sabato 1 aprile h 18 Orari: h 18 – 20 / ultimo accesso h 19.30; h 10 – 18 solo su appuntamento t. 366 4309449 Qui tutto il programma di BOOM – Crescere Nei Libri boom-poster2-ok_240x0_860acab09ad4f7e0c9efad4c93e5f4fd

0

NOMADISEGNI, NYUBU, ON DE ROAD, photo gallery, sassolini, sketch book
IMG_1374 Gli uomini che non sanno più riconoscerle le scambiano per le malefiche Strie del la Yatha, le streghe dei ghiacci. Sono invece le Regine Dolomitiche dell’Inverno, vagano di vetta in vetta per annunciare l’arrivo del gelo, nascondono tra le loro vesti le anime dei morti e custodiscono le chiavi degli inferi, ma sono anche divinità sananti “poichè tengono nelle loro mani, insieme alla sorte del tempo scaduto, il dono della grazia, la promessa di vita futura. Dalla tradizione più antica sono poste a custodia della soglia che divide l’eterno ritorno dalla lenta caduta nel tempo, tutte accomunate dalla rayèta, la magica pietra azzurra che sorveglia l’inizio, governa l’evoluzione e sigilla l’accesso al mondo degli inferi, affinchè le anime morte possano aspettare nel grembo della terra il sorgere di un nuovo ciclo, quando il tempo sarà compiuto.” Ulrike Kindle – Miti Ladini delle Dolomiti IMG_1386IMG_1382IMG_1400IMG_1391IMG_1393IMG_1389 IMG_1375IMG_140120170219_14024420170219_140324IMG_1379aIMG_1388IMG_1394bIMG_1397IMG_1399IMAG0067 NYUBU in questo blog NYUBU su facebook
0