Your address will show here +12 34 56 78
illustrazioni, maGira inBici
127510424_118256029984384_462252759345731086_n (2)
Calendario delle Donne Albero 2021
Una raccolta degli acquerelli delle Donne Albero, dipinti on the road nell’atelier nomade di Magira inBici.
Per trascorrere l’anno 2021 dove si incontrano rami e radici e dove c’è posto per un nido di silenzio, da cui intonare un canto.
Formato A4 / Edizione limitata
Prezzo: 15 euro (+spese di spedizione)
Scrivimi una mail per prenotare la tua copia
Altri doni dall’atelier di MagirainBici, stampe, libri, cartoline e lavori originali puoi trovarli QUI:
https://www.magira.org/stampe/
127285181_1288848321480399_8345550068918799001_n
127262634_413832776664280_1936026205746588919_n 127455450_712011339447797_551885547552819786_n 127242690_198136975304091_1730873384986269346_n 127233413_1076845839417032_3456525529787632231_n 127237465_3298669503588416_8298883274761079155_n 127878858_719891822267149_452031590935398774_n
0

maGira inBici, ON DE ROAD, photo gallery
Dyanarcobalena w Quest’anno al Treviso Comics Book Festival ho costruito maschere a fumetti insieme a bambini che sanno fare bellissime capriole sui prati. E poi ho trovato posto con la Magira-Bicicletta tra gli orti portatili che hanno costruito i “guerrilla gardeners” trevigiani, dove: mi hanno spiegato che quel profumo buonissimo che si sente a volte in settembre viene da una pianta che si chiama Olea Fragrans, ho scoperto che il mio prof di fisica del liceo adesso fa il coltivatore diretto di frutta e ortaggi sulle Prealpi, ho ricevuto la promessa solenne da parte del signor Antonio, 82 anni, che quando tornerò a metà ottobre ci saranno per me ad aspettarmi i pompelmi del suo albero. Anche se ho sentito dire da certi esperti che il fumetto è morto per autocombustione, io mi fido di più delle parole di Marie, 8 anni: “La tua volpe con la coda arcobalena si chiama Diana, come la dea della foresta. Solo chi sta dentro alla foresta può vederla VERAMENTE.” IMG_8090IMG_8097 12006502_870318826377545_5892440120694858710_o12080244_870318939710867_7736462686120429823_o Dyanarcobalena w2

https://www.facebook.com/magirainbici

0

illustrazioni, maGira inBici, ON DE ROAD, PIANTAGGINI

magira inbici

Eccomi a darvi il benvenuto sulla nuova pagina facebook, che proverà a seguire l’atelier rotante di Magira inBici.

I disegni di buon auspicio che mando a tutti per festeggiare sono gli ultimi nati all’angolo di via Oberdan lo scorso venerdì, tra gli sciami di ragazzine intente allo shopping e gli incontri che ogni volta emozionano la pittrice in bicicletta.

Come quello con Alfio: “Artista!” mi apostrofa come al solito: “Aiutami a mettermi la giacca: ho il braccio fasciato che son caduto nella doccia!” Alfio che stava al mio fianco fino a qualche mese fa, vendendo gli sgargianti dipinti della madre e che ora, dopo l’ultimo TSO vaga inebetito per le vie della città. A lui e a tutte le traiettorie sbilenche dedico quel mio provare ogni tanto a stare lì, sul ciglio ad ascoltare.

https://www.facebook.com/magirainbiciart

alberonidoFLUTEweb alberonidoBARBAGIANNIwebE-LA-TERRAweb
0

illustrazioni, maGira inBici, sassolini

MAMA-NERA--BLUES

Le mostre che avremmo dovuto allestire nelle botteghe del quartiere S.Agata a Ravenna, per la decima edizione di Komikazen, Festival Internazionale del Fumetto di Realtà, volevano essere dedicate al ricordo di Tina, una donna nigeriana, che in questo quartiere risiedeva e gestiva un’attività commerciale e che nell’inverno del 2010 è rimasta vittima delle esalazioni di una stufa difettosa. I contatori del gas le erano stati piombati perché non riusciva più a fare fronte al pagamento delle utenze e da poco la donna aveva dovuto anche chiudere il negozio, piegata dal peso delle multe piovute in seguito ai severi controlli del comune, controlli che si erano inaspriti in coincidenza con le riunioni di residenti del quartiere organizzate dal PDL.

La dedica a Tina è stata letta come un atto di accusa al partito di destra e le polemiche nate di conseguenza hanno spinto gli organizzatori del festival a trovare un’altra sede per l’esposizione. La mia bicicletta da pittrice ha così dovuto cambiare strada e parcheggiarsi davanti alla libreria Dante, che si è offerta con grande disponibilità di ospitare le nostre opere in mostra.

Il blues disegnato che è sbocciato durante i giorni di Komikazen questa volta è dedicato alle due bambine nate albine, che dopo l’incidente di quattro anni fa sono rimaste orfane della loro mamma, Augustina Chioma Ononiwu Mc Kinnon detta Tina.mama-nera-in-bici

0

eventi, maGira inBici, photo gallery, sassolini, sketch book
piaveaironeWEBAlla seconda edizione di Per la Piave mi ci portano la mia bicicletta da pittrice, una vecchia amica che ora fa anche lei la racconta-storie, e soprattutto una storia, La Piave appunto, in cui provo ad ascoltare la voce del Piave, dopo aver scoperto che è femmina. E poi a questo bel festival incontro altre belle donne, due attiviste di Acqua Bene Comune, che lottano per difendere i torrenti dolomitici da chi si vuole arricchire senza scrupoli. E tramite loro ritrovo Elisa, uno dei personaggi della mia storia a fumetti. Così girano le storie, come l’acqua che si fa nuvola e poi piove, se noi le accompagnamo, e le seguiamo e le lasciamo scorrere, senza metterci troppo in mezzo, senza perderci d’animo. IMG_1564IMG_1591IMG_1593IMG_2362IMG_1598IMG_2362aPiaveAirone2
0